Riviera di Ponente

PubblicitÓ

Vacanze a Sanremo

Sanremo Panorama NotturnoIl nome Sanremo deriva da San Romolo, che fu vescovo di Genova e morì da Eremita intorno al VII – VIII secolo, e diede il nome alla Civitas Sancti Romuli sulla collina detta La Pigna.

L’italianizzazione di San RÖmu, è divenuta San Remo. E’ tra le più mondane città liguri, grazie alle molte manifestazioni che la accompagnano durante l’anno e costituisce il principale mercato italiano dei fiori (Riviera dei Fiori), oltre al famosissimo Festival della Canzone Italiana che si svolge al teatro Ariston dal 1951.
 

Da vedere a Sanremo

La Pigna è il quartiere medievale con piccole piazze e fontane, dominato dall’alto dal Santuario della Madonna della Costa del 1630. Il quartiere ha una parte più antica, con porte ed oratori medievali ed una tardo medievale, con Piazza Cisterna e i carruggi. Il carruggio lungo ai piedi del colle, da Piazza Colombo sfocia in Piazza Eroi Sanremesi, con la Torre della Ciapela che faceva parte delle mura del ‘500 e il mercato annonario.

SanremoLa Cattedrale di San Siro, risalente al XII secolo e restaurata ad inizio ‘900 eliminando i residui del barocco in favore dell’originale romanico, conserva un Crocifisso di Maragliano e un tabernacolo scolpito del ‘500. A fianco si trova il Battistero e di fronte, l’Oratorio dell’Immacolata Concezione del XVI secolo.

Sede del Festival dal 1977, il Teatro Ariston si trova in via Matteotti, centro della vita mondana cittadina, con negozi e ristoranti. Si trova qui Palazzo Borea D’Olmo (XVI – XVII secolo), sede del Museo civico con reperti archeologici, oggetti garibaldini e pitture del sette - ottocento. Il Casinò municipale d’inizio secolo e la Chiesa russo-ortodossa voluta dalla zarina Maria Alexandrovna nel 1875, segnano l’inizio di corso degli Inglesi che sale sui colli dove si trova il Castello Devachan del 1890. Fu la stessa zarina, che qui trascorse l’inverno tra il 1874 ed 1875, a donare a Sanremo le palme che costeggiano la Passeggiata dell’Imperatrice che conduce al mare.

Il Porto Vecchio, dove si trova il Forte di Santa Tecla, opera settecentesca genovese, porta al turistico Porto Sole, sulla cui spiaggia i Bagni Morgana Victory, sono esempio d’architettura razionalista. Corso Cavallotti, dietro Porto Sole, conduce al Parco botanico di Villa Ormond e a Villa Nobel dove lo scienziato svedese morì nel 1896 e che oggi ospita un museo.

Infine, sul mare, vicino al Cimitero monumentale, si trovano i resti di una villa romana del I – II secolo.

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 1,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11