Genova e Golfo del Tigullio

Foto: Genova e Golfo del Tigullio

Foto

PubblicitÓ

Genova

Risalente ad almeno 2600 anni fa, Genova è da sempre un importante scalo marittimo, fattore che, durante i secoli, ne ha fatto un crocevia di popoli e culture, e di cui i romani ebbero gran parte: fu, infatti, nel periodo romano che la città ebbe le sue prime strade “commerciali” e cittadine, come ad esempio, la Pianura Padana e gli incroci urbani detti Quadrivii, per la loro struttura ortogonale, ed ancora oggi chiamati Carruggi presenti quasi in ogni città ligure.

Prima di divenire una Repubblica Marinara e raggiungere il suo periodo di splendore, Genova fu conquistata dai Longobardi nel 614 e annessa al Sacro Romano Impero di Carlo Magno nell’811, saccheggiata, poi, dai Saraceni intorno al 931.

Fu nel 1097 che Genova fondò, ad Antiochia, la prima colonia d’oltremare, e nel 1099 nacque il Comune della città. Per convincere Federico I ad accettare l’autonomia della città, i genovesi, nel 1155, costruirono le Mura del Barbarossa, o Murette. Durante la seconda metà del XII secolo l’impero di Genova si estendeva del Mediterraneo al Mar Nero ma, dato che le lotte politiche interne erano frequenti, fu istituita la figura del Doge.

Finita l’epoca marinara, l’ammiraglio Andrea Doria fece alleare Genova con Carlo V d’Asburgo e, dal 1528, divenne un’importante capitale finanziaria guidata dagli ex commercianti divenuti banchieri. Il governo divenne più stabile, ma il divario fra le classi sociali aumentò tanto da determinare l’inizio del declino della città.

Nelle epoche successive Genova fu terra di scontro, dai bombardamenti di Luigi XIV del 1684, all’invasione austro-sabauda terminata con l’insurrezione nel 1746, fino alla conquista da parte di Napoleone nel 1797 e all’annessione al Regno di Savoia dopo il Congresso di Vienna del 1815. Proprio ai Savoia, i genovesi devono la costruzione di strade, il rinnovo del porto e la costruzione di molti quartieri.

Alla fine del XX secolo, Genova ha dovuto affrontare la crisi dell’industria pesante,della siderurgia e del porto, ma si è saputa risollevare dalla crisi ed oggi è una metropoli di livello europeo per turismo, arte e cultura.

 

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 3,9 | Commenti (1) | Scrivi Commento

[01/05] peluffo

USCITE DIDATTICHE, LABORATORI E ATTIVITA' DIDATTICHE A VARIGOTTI E FINALE PERCORSI GUIDATI TRA STORIA, ARTE, MARE E NATURA. LABORATORI E ATTIVITA' DIDATTICHE SOGGIORNI IN LIGURIA PERCORSI GUIDATI_(durata 2 h ciascuno)_ FINALBORGO… ALLA RICERCA DEGLI ANIMALI NASCOSTI !!! (PRIMARIE) Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali (leoni, conigli, lumache, farfalle, porcospini…): sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale, uno dei 'Borghi più belli d'Italia'! Scopriremo insieme il… 'castello fantasma': i resti di Castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...), perché in Liguria non si butta via niente! [indicato anche per 1° - 2° elem.] DALL'ULIVETO AL FRANTOIO LA CIVILTA' DELL'OLIVO, A FINALE E VARIGOTTI. Passeggiata in un uliveto di fronte al mare. 'I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce' affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l'ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. Degustazione. PREISTORIA (PRIMARIE) FINALBORGO, IL MUSEO ARCHEOLOGICO. Dopo un'introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, inizierà il percorso nel Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell'orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del 'giovane principe' e del 'bambino degli scoiattoli'. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale (a scelta: il mestiere dell'archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). GROTTE di TOIRANO Scenderemo nelle viscere della terra e contempleremo le fantasiose architetture della natura…Ascolteremo i suoni delle stalattiti e scopriremo misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi / Grotta del treno di Bergeggi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI (PRIMARIE) ALBENGA, VIVERE SOPRA UN 'CASTRUM' ROMANO. L'itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui scopriremo le vestigia di Albingaunum e approfondiremo aspetti di storia romana (il divide et impera, lo scontro con le tribù liguri, vita sociale…). I bambini, in piccole squadre, avranno le immagini di reperti romani riutilizzati nella città medievale: i particolari verranno scoperti durante il percorso. Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell'equipaggio, nocciole del I sec. a.C. ed un fedele modellino della nave. In alternativa visita a 'Magiche trasparenze'. LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all'isola Gallinaria, dalla curiosa forma di tartaruga. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell'anfiteatro e delle terme). IL MEDIOEVO (SECONDARIE I° GRADO) 1) NOLI, ANTICO BORGO SUL MARE, PAESE DI PESCATORI La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi per difendersi da nemici e pirati (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA… lupi di mare! I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione, l'alimentazione in mare, le tempeste e i naufragi… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: 'U mâ u l'a u numme cun le'). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro con i pescatori. (ANCHE PRIMARIE). 2) ALBENGA, ALL'OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. I ragazzi approfondiranno temi legati alle attività commerciali, alle lotte tra guelfi e ghibellini, alla spiritualità. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. 3) CASTELVECCHIO, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, abbarbicato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel 1250 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. DAL MEDIOEVO ALL'ETA' MODERNA (SECONDARIE I° GRADO) FINALBORGO, UN ANTICO MARCHESATO Stretti nell'abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei 'Borghi più belli d'Italia'. La ricca storia consente molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l'accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. fu un'altra epoca d'oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. GENOVA, ANTICA REPUBBLICA MARINARA Nei 'carruggi' medioevali si schiudono scorci suggestivi come la piazza S. Matteo con le case di branca D'Oria (che Dante incontra all'Inferno), la magnifica Cattedrale di S. Lorenzo, le tante facciate a trompe l'oeil che fanno della Repubblica Marinara una città dipinta (Genua picta). Alcuni indizi ci guideranno sulle tracce di Marco Polo (prigioniero dei genovesi, scrisse qui il Milione), di Cristoforo Colombo (splendide le aiuole fiorite che rappresentano le tre caravelle), di Paganini (è visibile il celebre violino), di Mazzini… L'età moderna è rappresentata dalla 'Via Aurea' una delle più belle strade d'Europa. Visita di una dimora dell'antica nobiltà genovese: Palazzo Rosso, con salita al belvedere del tetto (magnifica vista sulla città e sul porto). In alternativa Palazzo Reale, con la celeberrima galleria degli specchi, o la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, o il Galata - il Museo del Mare. SAVONA, CITTA' DI PAPI diede i natali a Sisto IV e Giulio II. Centro storico, fortezza del Priamàr, Cappella Sistina. Il periodo Napoleonico e la prigionia a Savona di Papa Pio VII. LABORATORI E ATTIVITA' DIDATTICHE a VARIGOTTI Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. Durata: 2 ore. Materiale che ogni bambino dovrebbe portare: astuccio con matite colorate, scotch, vinavil, colla, forbici. INFORMAZIONI: 339.4402668 guideliguria@libero.it VEGETAZIONE DELLA COSTA LIGURE Le attività si svolgono prevalentemente a Varigotti. Si inizia con una passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra 'fasce', ulivi e macchia mediterranea, con begli scorci sul mare, raggiunge l'Area Naturale di Punta Crena. Tra un panorama di candide rocce a dominio della Baia dei Saraceni, i bambini apprenderanno le peculiarità della vegetazione costiera ligure. Laboratorio A): il Sentiero dei 'cinque sensi' Lungo un sentiero che dalla spiaggia conduce all'antica torre di avvistamento dei pirati, i bambini impareranno ad ascoltare i messaggi dell'ambiente naturale attraverso l'uso dei sensi. Guidati dai simpatici indizi della farfalla Isabella scopriremo le piante principali della vegetazione costiera ligure ed il loro rapporto con il mare. Laboratorio B): Profumi di terra e di mare, caccia al tesoro nella natura Tramite l'ausilio di schede didattiche e seguendo gli indizi della guida i ragazzi dovranno orientarsi alla ricerca di piante tipiche della vegetazione mediterranea. La caccia al tesoro ci farà scoprire curiose strategie di difesa e adattamento alle condizioni climatiche dell'ambiente: luce, siccità, temperatura, salinità (con le formazioni alofite)… AMBIENTE MARINO Le attività si svolgono nella suggestiva cornice del molo di Varigotti tra le antiche case di pescatori affacciate sulla spiaggia. I bambini conosceranno i principali organismi marini ed i pesci dei nostri fondali. Laboratorio A): Costruiamo l'acquario mediterraneo In spiaggia si svolgerà il laboratorio in cui verrà costruito un piccolo acquario mediterraneo. I bambini raccoglieranno sassolini, sabbia, conchiglie, alghe….da incollare per creare il fondale. Quindi verranno realizzate sagome di pesci, stelle marine, cavallucci… da colorare ed appendere nell'habitat più idoneo all'interno dell'acquario. Laboratorio B): Alla scoperta dei quattro ambienti marini Il laboratorio si svolgerà in spiaggia: attraverso simpatici indovinelli i bambini, divisi in squadre, dovranno riconoscere pesci ed organismi e posizionarli nel relativo ambiente marino (fondale sabbioso – razze, sogliole…-, fondale roccioso – polpi, murene, stelle marine…- , mare aperto – squali, pesci spada, delfini, meduse, tartarughe…-, fondale a prateria di posidonia – cavalluccio marino…-). E per chi ama camminare… Dal borgo vecchio di Varigotti un suggestivo sentiero raggiunge l'antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo: cenobio benedettino in un passato ormai remoto, fu parrocchia di Varigotti fino al 1585. Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica 'Sere di Liguria', dove Vincenzo Cardarelli paragona le nostre chiese a 'navi che stanno per salpare'. (visita interno – necessarie calzature comode). ALTRI LABORATORI: Albisola, produzione di oggetti in ceramica. SOGGIORNI IN LIGURIA______ Soggiornando in Hotel a Finale Ligure è possibile realizzare un itinerario a tema basato sul programma scolastico. Alcuni esempi: 1) PREISTORIA E NATURA in Liguria. (PRIMARIE) Primo giorno: Finalborgo, in viaggio nella preistoria (Visita del Museo Archeologico e laboratorio di archeologia sperimentale) – Pranzo – Attività didattica a Varigotti: dal mare alla macchia mediterranea. Secondo giorno: Noli, il borgo e i pescatori – Pranzo. – Le grotte di Toirano e le misteriose tracce lasciate da uomini preistorici… 2) ETA' ROMANA e antichi borghi liguri. (PRIMARIE) Primo giorno: una giornata con gli antichi romani: Albenga, vivere sopra un castrum romano – Pranzo. – La antica strada romana Julia Augusta. Secondo giorno: Finalborgo, alla ricerca degli animali nascosti – Pranzo. – Attività didattica a Varigotti: dal mare alla macchia mediterranea. 3) IL MEDIOEVO in Liguria. (SEC. PRIMO GRADO) Primo giorno: Albenga, all'ombra delle torri – Pranzo. – Il fascino segreto dell'entroterra ligure: Castelvecchio R.B. / Zuccarello. Secondo giorno: Il centro storico di Finalborgo, un antico marchesato. – Pranzo. – Laboratorio didattico a Varigotti: dal mare alla macchia mediterranea. 4) LA CIVILTA' DELL'OLIVO, mare e borghi antichi. (PRIMARIE - SEC. PRIMO GRADO) Primo giorno: Noli, il borgo e i pescatori – Pranzo. – Finalborgo, un 'giardino di pietra'. Secondo giorno: Passeggiata nell' uliveto e visita di un frantoio. – Pranzo. – Le grotte di Toirano: chi ha paura del buio? Altre mete raggiungibili soggiornando a Finale Ligure: PORTOFINO e il Parco Naturale. A) Escursione in battello con visita di piccoli borghi affacciati sul mare e della splendida baia di Portofino, l'antica "Portus Delphini", per il gran numero di delfini che si rifugiavano nelle sue acque. B) Escursione naturalistica sui sentieri del Parco di Portofino (calzature idonee) Le CINQUE TERRE, le isole, il Golfo dei Poeti. A) La via dell'Amore, i suggestivi borghi di Riomaggiore, Manarola, Vernazza, Monterosso. Spostamenti in battello (o treno) e lungo semplici sentieri. B) Escursione naturalistica sui sentieri del Parco Nazionale delle Cinque Terre (calzature idonee) IL FASCINO DELL'ENTROTERRA LIGURE - L'IMPERIESE. Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. – Triora, il paese delle streghe… –– Cervo, come un'ostrica sullo scoglio. – San Remo – Ventimiglia medioevale – Taggia – I Giardini Hanbury. –– Imperia e il Museo dell'Olivo. ACQUARIO DI GENOVA. MONACO – COSTA AZZURRA Escursioni a Monaco, Montecarlo, Eze. A Monaco: Cattedrale (con tombe dei Gimaldi), Palazzo dei Principi (cambio della guardia). Presso il Museo Oceanografico/Acquario: laboratori didattici (ex: la vasca tattile). ESCURSIONI IN BATTELLO /BARCA A VELA Disponibili anche programmi per tre o più giorni. Contattateci per ricevere il dettaglio delle attività e per conoscere i programmi delle gite di più giorni. §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ PRENOTAZIONE DI VISITE GUIDATE, ESCURSIONI, ATTIVITA' DIDATTICHE PER LE SCUOLE IN VIAGGIO DI ISTRUZIONE: 339-4402668 guide_liguria@libero.it guideliguria@libero.it VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 17024 FINALE LIGURE - VARIGOTTI (SV)

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11