Dalla costa alla montagna in Liguria

Trecento chilometri di costa si risolvono in quattrocentoquaranta se si prosegue lungo golfi, anfratti ed anse da Marinella di Sarzana a Levante, fino ai Balzi Rossi a ponente, tuttavia, esiste una differenza territoriale tra la costa ad est e quella ad ovest (ma qui si dice levante e ponente): la prima è pianeggiante solo in due brevi tratti, alla foce del Magra e sull’estuario del fiume Entella, vicino Chiavari, ed è impervia e scoscesa specialmente tra Sestri Levante e le Cinque Terre, con i tre golfi dei Poeti, del Tigullio e del Paradiso.

Groppo Rosso - Santo StefanoA ponente, invece, talvolta si allarga in ampie insenature e quindi in larghe spiagge di sabbia o ghiaia intorno alle foci dei fiumi, nonostante sia praticamente verticale fra Noli e Finale Ligure. Le isole sono piccole e poche e si trovano di fronte al Golfo di La Spezia quelle di Palmaria, Tino e Tinetto, a levante. A Ponente l’isola di Bergeggi fa Savona e Noli e l’isola di Gallinara di fronte ad Albenga.

Il fondale della Liguria non possiede lo zoccolo continentale e quindi il mare raggiunge in fretta la profondità di 2500 da Genova verso le Baleari.

Le montagne liguri

Tutto l’entroterra è fatto di colline e montagne che sono la parte meno elevata di Alpi ed Appennini, tuttavia, a vederle nascere dal mare si direbbe che sono molto più alte di quanto siano in realtà. Le più alte fanno parte delle Alpi Liguri ma non sono tutte uguali: lungo il confine francese il monte Saccarello (2200 metri) e fra val Nervia e val Roia i monti Toraggio (1973 metri) e Pietravecchia (2038 metri), nel savonese le Alpi Liguri raggiungono i 1708 metri col monte Galero, nel Genovesato i 1799 metri col monte Maggiorasca e nello Spezzino i 1640 metri del monte Gòttero.

La Liguria comprende grandi tratti delle valli del versante padano poiché lo catena alpino-appenninica percorre gran parte della regione e spesso i monti si avvicinano moltissimo al mare (alle spalle di Arenzano, raggiunge il limite massimo di cinque chilometri appena), tuttavia, per ragione storiche, un paio di valli liguri appartengono al Piemonte. Il Colle di Santa Libera, presso il colle di Cadibona, a 441 metri sul livello del mare, è il valico più basso dell’Appennino (almeno fino a Catanzaro).